Divisione Aereonautica

Dopo il successo avuto sia per il settore navale che per quello da diporto, la TMI S.r.l.  ha focalizzato la propria attenzione alla preparazione della superficie e alla pitturazione di apparecchiature di tipo aereonautiche.
Le fasi di lavorazione sono :

a) MOLATURA
b) ASPORTAZIONE di ogni tipo di ossido
c) SABBIATURA, sottoporre la superficie ferrosa al    getto ad alta pressione di materiale abrasivo
d) VERNICIATURA delle superfici sabbiate con l'impiego di vernici antiruggine epossidiche.

Preparazione delle superfici

Con il termine preparazione di una superfice si intende definire quel trattamento, o quell'insieme di trattamenti, che si prefiggono lo scopo di asportare dal supporto quei corpi estranei che possono impedire il giusto contatto fra la superficie e lo strato protettivo.

Per la preparazione delle superfici metalliche, la sabbiatura è sicuramente il metodo più valido, in grado di garantire un corretto e sicuro ancoraggio del prodotto anticorrosivo. La pulizia, mediante idrogetto ad alta o altissima pressione, è d'altro canto, una più recente tecnologia, che pur rapidamente si sta affermando nel settore dell'anticorrosione navale e della manutenzione industriale, grazie al basso impatto ambientale.

superfici

Sabbiatura

sabbiaturaLa sabbiatura ad aria compressa a "getto libero" o a circuito chiuso viene effettuata mediante un moto o un elettrocompressore collegato ad un serbatoio di accumulo aria per alimentare una o più sabbiatrici. La pressione di esercizio normalmente utilizzata può variare da 6 a 12 bar. Le sabbiatrici utilizzate sono normalmente collaudate dagli Enti competenti ed alcune addirittura esonerate.

L'aria compressa comprime e mette in pressione le sabbiatrici precedentemente riempite di abrasivo (nel nostro caso trattasi di scorie di fonderie o granuli di acciaio). L'abrasivo, spinto dall'aria compressa attraverso un condotto, in gomma conduttiva per lo scarico delle correnti elettrostatiche, arriva fino ad un ugello in carburo di tungsteno di dimensioni appropriate tenuto dall'operatore, proiettando così la miscela aria - abrasivo sulla superficie che deve essere preparata.

Spazzolatura

La spazzolatura, anche se viene usato più frequentemente del sistema precedente, non garantisce una buona preparazione.

Si tratta di normali apparecchiature pneumatiche rotative di produzione Atlas - Ingersoll o altre case, dove viene applicato, a seconda dello stato delle superfici, una spazzola a tazza con fili in acciaio o un disco abrasivo flessibile dotato di supporto.

spazzolaturaaA seconda dell'utilizzo, spesso a questi apparecchi non vengono montati i carter di protezione pertanto, obblighiamo gli operai ad utilizzare guanti di protezione con manichetta salvabraccio ed occhiali. Il numero di giri di questi apparecchi può variare da 4500 a 8000 giri/min. e questa tipologia di lavoro viene normalmente applicata quando le superfici sono abbastanza piane o comunque, quando è possibile lavorare molto vicini alla superficie da preparare.

Scrostatura

scrostaturaLa scrostatura è una preparazione delle superfici mediante apparecchiature pneumatiche a percussione.

Questo sistema viene normalmente utilizzato sugli angoli o zone anguste ove non è possibile utilizzare altri tipi di apparecchiature.

Possono essere dotati, a seconda dello stato delle superfici, di pistoni battenti a croce, di utensili a scalpello o di una serie di aghi da 2 a 4 mm.

La pressione di esercizio di questi apparecchi non supera mai i 6 - 8 bar.

Hydroblasting

L’hydroblasting è un sistema che  oltre a garantire la preparazione di un supporto in maniera ottimale, evita inquinamento ambientale ed è pertanto molto economico perché non vi sono costi di smaltimento. L’unico inconveniente è che non può essere utilizzato in ambienti chiusi. Si tratta di un’apparecchiatura (gruppo pompa motore) che comprime l’acqua fino 2500/2750 bar e che, attraverso uno speciale condotto, la trasporta fino ad una lancia/pistola dotata di una testina rotante.

hydroblastingAvvicinando il getto alla superficie, esso agisce come una fresa, asportando dalla superficie, vecchie vernici anche di forte spessore, scorie di ossido di ferro e qualsiasi corpo estraneo aderente alla superficie. Gli operatori in questi casi, vengono dotati di indumenti di protezione contro il getto d’acqua, guanti in crosta e stivali in gomma antinfortunistici, oltre ad una maschera di protezione panoramica.

Verniciatura delle superfici

verniciatureLa verniciatura delle superfici viene oggi effettuata mediante apparecchiature airless (assenza di aria) dotate di motore pneumatico. Questo sistema permette di applicare il prodotto con una quantità minima di solventi e senza creare la comune nube provocata dal sistema misto (aria/vernice) per l'atomizzazione del prodotto verniciante. Le apparecchiature, normalmente utilizzate, hanno un rapporto di pressione che può variare e comunque fino ad un massimo di 68:1. La pressione di alimentazione non supera mai i 6 bar, per cui: 68x6 = 408 bar = pressione del prodotto in uscita. Data l'alta pressione ed il sistema di ugello di cui è dotato l'apparecchiatura, il suo utilizzo richiede molta attenzione da parte degli operatori ed il pieno rispetto delle normative dettate dalle case costruttrici di questi apparecchi.